Dal vino al cioccolato, l'online si conferma una piattaforma ideale per gli acquisti del settore Export Typical Italian Products, Prodotti Tipici Italiani

Accedi ↓

Dal vino al cioccolato, l'online si conferma una piattaforma ideale per gli acquisti del settore

Categoria: Trade Statistics e Notizie economiche - Giovedì, 23 Marzo 2017

 

L' ultima certificazione è dell'azienda francese di e-commerce Vente-privee. La spesa è fatta per lo più da mobile: 70% del traffico
 
Dal cioccolato pregiato sino al tartufo nero passando per le etichette più ricercate di vini, l’online in generale si conferma una piattaforma ideale per gli acquisti del settore che sono per lo più fatti da mobile (70% del traffico).  Il dato è rilasciato dall’azienda francese di e-commerce Vente-privee. In particolare il vino- si legge in una nota- continua ad essere un forte aggregatore di persone ed esperienze, ma il nuovo fenomeno in crescita esponenziale si chiama social eating. E’, infatti, il 49% degli intervistati – si precisa- a dichiarare di condividere le proprie esperienze legate al mondo del cibo e del vino sui propri canali social, pricipalmente su Facebook (48,5%), seguito da Instragram (24,20%). Il vino si abbina al cibo per meglio qualificarlo, si fotografa, si condivide e poi si procede all’assaggio perché è sempre più un mezzo per rappresentare sé stessi, la propria personalità, le proprie credenze e la propria cultura.

Anche la bottiglia in sé- si spiega ancora-  è spesso un oggetto da mostrare attraverso le immagini che raccontano la propria esperienza di condivisione, anche a chi non è presente in quel momento, e dove tutti possono elogiare o criticare una pietanza o una bevanda e scambiarsi opinioni attraverso like e condivisioni.  Anche il cibo è sempre più protagonista: una tavola allestita, un piatto ben preparato sono soggetti sempre più ricorrenti, così come la condivisione di “momenti di degustazione”, in solitudine o in compagnia, del cioccolato, meglio ancora se presentato con packaging ricercato, particolarmente amato dal 75% degli intervistati.

Fonte: AgroalimentareNews

Bookmark and Share